Papasìn e patòna (castagnaccio)

Il papasìn e la patòna: un salto nel passato tra ricordi di sapori e profumi, con un dolce tipico del mese di novembre a base di farina di castagne.

papasìn patona

In passato nelle piazze dei paesi c’era l’ambulante col suo carrettino che vendeva questo dolce a forma di bastoncini o a quadrotti. Ancora oggi viene realizzato dalle famiglie nel periodo di San Martino soprattutto nella bassa veronese apportando alcune variazioni negli ingredienti e nelle dosi.

Ingredienti
  • 500 ml. di acqua
  • 500 gr. di farina di castagne
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • una manciata di uvetta (facoltativa)
  • una manciata di pinoli (facoltativa)
  • rosmarino tritato q.b.
  • olio EVO
  • sale
Preparazione

Papasìn

La preparazione del papasìn è molto semplice e del tutto personalizzabile a proprio gusto.

Disponete in una terrina la farina di castagne, lo zucchero di canna, il rosmarino in polvere, un pizzico di sale e mescolate per bene. Iniziate ad aggiungere poco alla volta l’acqua mescolando energicamente fino ad ottenere un impasto morbido e denso facendo attenzione che non si formino grumoli. Completate con l’aggiunta di un cucchiaio di olio EVO amalgamandolo nell’impasto.

Ungere una pirofila da forno con olio e versatevi il composto. Preriscaldate il forno a 180 gradi e cuocete per circa 40 -45 minuti. Quando la superfice comincerà ad imbiancarsi e screpolarsi leggermente il papasìn è cotto.

Se volete fare il tipico papasìn a bastoncini dovrete usare una minore quantità di acqua per rendere l’impasto modellabile (circa 350 ml).

Patòna (castagnaccio)

La preparazione della patòna è del tutto simile al papasìn compreso il rapporto acqua/farina che dovrà essere di 1:1 (500 gr. di farina e 500 ml. di acqua). Nell’impasto andrà aggiunto anche la metà dei pinoli e la metà di uvetta, quest’ultima va ammollata prima per 15 minuti e strizzata. Quando avrete versato il contenuto nella pirofila aggiungete sulla superficie l’altra metà di pinoli e di uvetta, quindi infornate con lo stesso tempo di cottura.

Categorie: Dolci

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.